Aminoacidi essenziali

In natura si trovano molte decine di aminoacidi, ma il corpo umano ne utilizza solo 20 per la sintesi delle proteine. Gli anticorpi che ci proteggono dalle infezioni sono costituiti da proteine. Numerosi ormoni, per esempio l’insulina e l’ormone della crescita, sono proteine. Anche i muscoli sono costituiti prevalentemente da proteine. Se i 20 aminoacidi utilizzati per la sintesi delle proteine scarseggiano, le proteine sono sintetizzate con difficoltà dal nostro organismo.

Da dove provengono i 20 aminoacidi che l’organismo utilizza per la sintesi proteica? In parte provengono dagli alimenti che mangiamo ed in parte sono sintetizzati dal nostro organismo a partire da altre molecole. Gli aminoacidi che l’organismo non è in grado di sintetizzare, e che devono quindi essere introdotti necessariamente con l’alimentazione, sono chiamati aminoacidi essenziali.

Quali sono gli aminoacidi essenziali?

Gli aminoacidi essenziali per l’uomo sono otto:

  1. fenilalanina;
  2. isoleucina;
  3. leucina;
  4. lisina;
  5. metionina;
  6. treonina;
  7. triptofano;
  8. valina.

Di questi 8 aminoacidi essenziali 3 sono anche aminoacidi ramificati e sono indicati con il colore rosso. Nel bambino è essenziale anche un altro aminoacido, l’istidina, che però nel corso dello sviluppo l’organismo umano impara a sintetizzare.

Cosa accade se gli aminoacidi essenziali non sono sufficienti?

Quando un aminoacido non è presente nell’organismo umano in quantità adeguate le proteine che dovrebbero contenere quell’aminoacido sono sintetizzate con difficoltà crescente. L’organismo può sostituire l’amminoacido carente con uno simile, ma la proteina che si forma non funziona altrettanto bene. Se in una proteina vi devono essere 25 molecole dell’aminoacido essenziale leucina ma l’organismo ne riesce ad inserire solo 23, la proteina potrebbe funzionare poco o per nulla. Ma se occorrono 25 molecole di leucina e l’organismo dispone solo di 10 molecole quasi sicuramente la sintesi proteica si interrompe per mancanza dell’amminoacido. In alcuni casi è sufficiente la carenza di un solo aminoacido perché la proteina non venga sintetizzata o venga prodotta una proteina non funzionante. Se la proteina in questione è per esempio l’insulina, l’organismo si ammala e va incontro al diabete.

Alimenti ricchi di aminoacidi essenziali

Gli alimenti molto ricchi di aminoacidi essenziali sono le uova, le carni rosse ed il latte. Ciò significa che in una dieta vegetariana stretta priva di questi tre gruppi di alimenti vi è un elevato rischio di carenza di aminoacidi essenziali. Per queste ragioni nelle diete vegane è necessario utilizzare integratori contenenti aminoacidi essenziali.

Dr. Paride Iannella

Dr. Paride Iannella

Biologo nutrizionista

Mi occupo di dietetica e nutrizione sportiva da oltre 20 anni. Nel mio studio di Cassino seguo nuotatori, ciclisti e bodybuilder che si rivolgono a me da ogni parte d’Italia. Laureato in biologia con il massimo dei voti, sono stato prima ricercatore e poi professore a contratto di Fisiologia e Biochimica presso l’università Federico II di Napoli. 

Svolgo attività di consulente scientifico per lo sviluppo di integratori alimentari per conto di aziende farmaceutiche multinazionali. Sono autore di numerosi articoli scientifici pubblicati su riviste internazionali, di un trattato universitario sull’obesità e del bestseller La dieta Janus. Conto di pubblicare entro il 2020 il volume Nutrizione nello Sport.